Lo yogurt nelle paste

Top five della mia cucina

So bene di essere un pessimo cuoco.
Non è un gran problema perché vivo da solo e quindi in genere cucino per me soltanto e... se viene qualcuno, sa che non sono bravo a cucinare e che non preparo cose elaborate e che non mangio carne anche, e si adatta.
Comunque, nonostante ai fornelli sia sostanzialmente una frana, ci sono alcuni piatti che mi vengono meglio degli altri, e secondo me non sono proprio da buttare.
Eccoli.

1) Pasticcio di seitan.
Un po' d'olio in padella, seitan tagliato a piccoli pezzi, pomodorini a pezzetti, cipolla, peperoncino e zenzero in abbondanza, un po' di sale, ancora olio.
Lasciar cuocere un quarto d'ora circa.
Vi assicuro che non è niente male.

2) Tofu piccante.
Versione semplificata della ricetta sopra, col tofu invece del seitan.
Di nuovo, olio in padella, tofu a pezzetti, polpa di pomodoro, cipolla, tantissimo peperoncino, sale.
Mi raccomando, esagerate con il peperoncino.

3) Cecina con aggiunte.
In pratica una cecina tipo tortino, cui in fase di cottura aggiungo patate a pezzi, piselli, funghi.
Niente di incredibile ma secondo me è più gustosa della normale.

4) Insalatona mista.
Nulla di originale qua, una gigantesca insalata a cui unire pomodorini, pezzi di cetriolo, di carota, di peperone.
Olio, aceto.
Mescolare il tutto.

5) Castagnaccio.
Non serve scriva la ricetta.
E' nella top five semplicemente perché è l'unico dolce che so fare, e comunque mi piace.

Lo yogurt nelle paste logo

Blog diaristico semiserio,
con malcelate velleità letterarie,
ideato da Andrea Basagni